Archivi

Cooperativa Baobab

La Cooperativa Baobab di Natitingou è stata fondata nel 2010‚ dopo due anni di attività come associazione informale. Formata da 39 soci‚ ha un consiglio di amministrazione di 7 persone e un consiglio di sorveglianza di 2 persone. Il suo scopo è di promuovere lo sviluppo delle attività di raccolta e lavorazione del baobab nei villaggi della regione‚ fornendo le attrezzature e il supporto necessari. La cooperativa coinvolge nel lavoro di raccolta dei frutti 135 produttori‚ organizzati in 4 associazioni che operano nei villaggi: 35 donne di OUAKE‚ 30 donne di MATERI e dintorni‚ 71 donne di BOUKOMBE e 31 ragazzi della parrocchia di MATERI‚ quasi tutti studenti.

Il contesto economico di questa regione all’estremo nord del Benin è quello di una economia rurale di sussistenza‚ in condizioni che‚ secondo gli standard economici mondiali‚ sono considerati di povertà diffusa ( reddito inferiore ai 2 $ al giorno). Qui infatti il salario di un operaio che riesca a lavorare tutto il mese si aggira sui 60.000 franchi CFA‚ cioè poco più di 90 euro ( 1 € = 655 CFA). Se ci si accontenta di mangiare riso o mais allora può bastare a mantenere la famiglia‚ visto che un kilo di riso costa circa 0‚7 €‚ ma non c’ è da scialare‚ e soprattutto pochi riescono ad avere un lavoro stabile. Se poi capita un attacco di malaria se ne vanno per curarla una ventina di euro‚ mettendo in crisi l’economia famigliare.
La cooperativa Baobab è una piccola struttura‚ con il magazzino ricavato presso la casa di Brice‚ fondatore e promotore della cooperativa stessa. I soldi messi all’atto della fondazione sono stati investiti per acquistare una macchina che spolpa il frutto‚ separando i semi e una pressa per ricavare da questi l’olio. Tutto il lavoro di preparazione‚ essicazione e confezionamento viene fatto dai soci lavoratori.
La raccolta dei frutti di Baobab era una attività tradizionale nei villaggi‚ cui si dedicano in particolare le donne‚ ma che rischia di essere abbandonata perché le raccoglitrici non sono in grado di commercializzare i frutti raccolti‚ e devono venderli a intermediari che li pagano pochi soldi. Così l’attività della cooperativa cerca di recuperare la tradizione‚ garantendo alle raccoglitrici un prezzo di 100 CFA al kg‚ circa il doppio di quanto pagato dagli intermediari. Inoltre la cooperativa garantisce alle donne un prefinanziamento pari al 30% sul raccolto‚ dando quindi un ulteriore valore di solidarietà tra i gruppi coinvolti e la cooperativa.
I dipendenti che lavorano presso la cooperativa alla preparazione della farina e dell’olio ricevono un salario di 1500 CFA al giorno per il periodo di lavoro‚ che attualmente è di circa tre mesi.
Per ottenere un kg di farina servono circa 10 kg di frutti interi‚ da cui si ricavano però anche i semi dai quali si estrae l’olio con una resa di circa il 5% in peso. L’estrazione dell’olio è una attività iniziata solo quest’anno‚ con l’avvio della collaborazione con Equo Mercato.
 
Nel suo primo anno di attività la cooperativa ha venduto‚ sul mercato locale‚ circa 300 kg di farina‚ realizzando un incasso di 1.600.000 CFA. Oltre a coprire i costi di produzione circa il 10% di questi ricavi sono utilizzati per promuovere attività di educazione sanitaria (in particolare sull’AIDS) e agricolo-alimentare‚ grazie alla collaborazione di un agronomo che insegna come differenziare le produzioni agricole e introdurre nuove colture.
 
 
Con l’inizio della collaborazione con Equo Mercato le vendite quest’anno sono già raddoppiate‚ e si spera di incrementarle ulteriormente nei prossimi mesi.
 

Chico Mendes Altromercato dal 1990 sostiene i produttori del commercio Equo e Solidale in tutto il mondo.

I prodotti di questo progetto si possono acquistare nelle Botteghe Chico Mendes Altromercato oppure tramite il nostro sito e-commerce.

 

CACEB

Il C.A.C.E.B. (Coordination des Activités du Commerce Equitable au Bénin) è la prima struttura di coordinamento dei produttori di commercio equo nata in Benin‚ con sede a Cotonou. E’ stata fondata dai gruppi che collaborano con Equo Mercato e il suo statuto comprende i seguenti obiettivi:
 1. Migliorare le condizioni di vita dei soci attraverso la valorizzazione del loro lavoro.
 2. Assicurare l’effettiva partecipazione dei soci a tutte le attività della cooperativa.
 3. Migliorare le capacità produttive dei soci offrendo loro assistenza‚ formazione e supporto per lo sviluppo dei prodotti e delle vendite.
 4. Promuovere nell’ambito della propria attività lo sviluppo del commercio equo e solidale.
 5. Assicurare ai propri soci il pagamento di un prezzo equo per i loro prodotti‚ che permetta condizioni di vita dignitose.
 6. Assicurare le stesse opportunità di lavoro e di partecipazione alle decisioni di tutti i soci‚ senza distinzione di genere e di religione.
 7. Contribuire al miglioramento delle condizioni di lavoro per tutti i lavoratori coinvolti.
 8. Assicurare ai minori coinvolti nella produzione condizioni e tempi di lavoro adatti alla loro età e alle loro esigenze di studio e di gioco.
 9. Promuovere il rispetto dell’ambiente favorendo l’uso di materie prime ecologiche quando possibile.
 
ARTI SAVON
La Cooperativa si trova alla periferia di Cotonou ed è nata nel 1992 da un gruppo di donne che hanno deciso di uscire dalla disoccupazione avviando la produzione di sapone naturale a un prezzo accettabile da tutti. L’idea ha avuto successo e ora il gruppo è costituito da dodici donne e tre uomini. Il sapone viene prodotto versando in una grande cisterna olio di palma e di cocco‚ burro di Karitè‚ soda caustica e essenza di citronella e mescolando il tutto a caldo‚ secondo il metodo tradizionale per la lavorazione del sapone di Marsiglia. L’obiettivo della cooperativa è valorizzare il ruolo della donna all’interno della società perchè riesca ad essere economicamente indipendente dall’uomo. Nel progetto sono state coinvolte molte donne dei villaggi limitrofi che forniscono le materie prime.
 
 
 
 
A.T.P.
(Association Terre Promise)
E’ una ONG con sede a San Popo‚ che collabora in talia con Mani Tese. Il programma di A.T.P. è legato soprattutto a corsi di animazione agricola tenuti in una ventina di villaggi. Il traguardo più importante raggiunto dall’associazione è la commercializzazione all’estero di prodotti agricoli come l’olio di palma e l’olio di cocco‚ utilizzati come materie prime nella produzione di prodotti di cosmesi.
 
ACOTEMAZ
(Association des corps de Tentures murales d’Abomey‚ Zou) 
E’ l’associazione degli artigiani “tenturiers” di Abomey. La tecnica della “tenture” era usata dagli artigiani della corte del regno di Danhomè per realizzare composizioni di forme semplificate‚ ritagliate su stoffe dalle tinte decise e contrapposte‚ cucite su un telo di un unico colore. E’ una delle forme espressive più tipiche della cultura del Benin‚ un tempo utilizzata come forma di comunicazione in una cultura priva di scrittura. Ai tradizionali simboli dei re del Danhomè ora gli artigiani hanno aggiunto raffigurazioni di villaggi‚ paesaggi e animali realizzate sempre con la stessa tecnica. L’associazione è stata costituita nel 1996 ed è formata da 85 artigiani che lavorano in piccoli laboratori nel cortile‚ ora ristrutturato‚ dell’antico palazzo reale di Abomey. Scopo dell’associazione è promuovere i prodotti degli artigiani e mantenere viva la tradizione della tenture.
 
 
 
ATELIER BON ACCUEIL
L’associazione è entrata a far parte del Caceb nel 2006‚ durante un viaggio missione di Equo Mercato. La struttura è costituita da un centro dove lavorano circa 30 donne‚ in genere ragazze madri o vedove con bambini. Il lavoro è diviso tra due laboratori‚ uno di stampa su tessuti con tecnica batik e uno di sartoria‚ dove vengono realizzate tovaglie‚ borse‚ porta penne‚ abbigliamento per bimbi‚ bambole ecc. La stoffa di cotone grezzo viene acquistata in una fabbrica di Cotonou‚ così come la gomma piuma e gli altri materiali. I prezzi di vendita vengono decisi di comune accordo dalle ragazze.
 
TEBENIKETE’ 
La cooperativa ha sede a Natitingou‚ nel nord del Benin‚ dove la foresta tropicale lascia il posto alla savana e dove vive l’etnia Somba. Ottocento donne‚ socie della cooperativa‚ lavorano sottilissimi fili d’erba essiccati e con immensa pazienza li intrecciano dopo averli colorati con prodotti naturali‚ componendo splendide collane‚ braccialetti‚ orecchini e altri monili. La cooperativa Tebeniketè‚ che in lingua Somba significa “i migliori gioielli in erba”‚ è nata per conservare un lavoro tradizionale che rischiava di scomparire e per creare occupazione nei villaggi‚ soprattutto per le donne. Con la vendita di questi monili la cooperativa ha creato una struttura di microcredito per i soci e ha potuto realizzare tre centri di accoglienza e di formazione scolastica a prezzi popolari che ospitano 140 ragazzi che così possono frequentare le scuole‚ solitamente molto lontane dai villaggi.
 
E.J.T. BENIN
E’ un gruppo organizzato di bambini e ragazzi lavoratori‚ membro del M.A.E.J.T. e supportato dall’associazione AFA.
AFA (Association Femmes Amies) è un’associazione di volontari che opera per fornire assistenza e formazione ai bambini e adolescenti lavoratori nei mercati di Cotonou‚ la capitale del Benin. Il loro intervento si estende ai villaggi da cui i ragazzi vengono prelevati‚ cercando di educare i genitori in modo da mettere fine alla tragica pratica della tratta dei bambini. I ragazzi organizzati in piccoli gruppi hanno accesso a una formazione di base e producono piccoli oggetti di artigianato che AFA esporta attraverso il C.A.C.E.B.
 
 
Il M.A.E.J.T. (movimento africano dei bambini e giovani lavoratori) è nato negli anni ’90 e opera in 24 paesi dell’Africa con programmi di alfabetizzazione‚ formazione e sensibilizzazione sui diritti e assistenza sanitaria e legale. Tutti i progetti sono gestiti con la diretta partecipazione degli E.J.T.‚ i bambini e i giovani lavoratori. Obiettivo del movimento è migliorare le condizioni di vita e di lavoro dei ragazzi e ottenere il riconoscimento del loro ruolo economico e sociale nella comunità.
Sito Internet: http://www.enda.sn/eja/
 

Chico Mendes Altromercato dal 1990 sostiene i produttori del commercio Equo e Solidale in tutto il mondo.

I prodotti di questo progetto si possono acquistare nelle Botteghe Chico Mendes Altromercato oppure tramite il nostro sito e-commerce.

KARATHIC

Il karité era già conosciuto ai tempi delle colonie e la tasse del Benin venivano pagate ai colonizzatori in noci di karité. Oggi 16 milioni di donne in 17 paesi africani lavorano raccogliendo il karité, ma questo viene trasformato solamente da quattro gruppi industriali che impongono le proprie regole e i prezzi d’acquisto. L’estrazione avviene con solventi chimici e il burro ottenuto viene successivamente decolorato e “neutralizzato”. In questo modo le proprietà emollienti e protettive si riducono del 70% e rimane assai poco dell’albero della salute. Così viene infatti chiamato tradizionalmente l’albero del karitè in molte lingue africane. Le socie delle cooperative sono donne che vivono in zone rurali remote come la zona incontaminata di Atakora. Molte di loro sono analfabete, ma abituate alla trasmissione orale del sapere. Karethic ha saputo unire la tradizione ancestrale africana, arricchendola con le conoscenze della moderna agricoltura biologica. 

Chico Mendes Altromercato dal 1990 sostiene i produttori del commercio Equo e Solidale in tutto il mondo.

I prodotti di questo progetto si possono acquistare nelle Botteghe Chico Mendes Altromercato oppure tramite il nostro sito e-commerce.

Il Burro di Karitè viene utilizzato per la produzione dei prodotti della Linea Cosmetica Natyr.

  • News

    • vini Valdibella : prenota il tuo vino etico!

      SOSTIENI LA NOSTRA VENDEMMIA ETICA Te li abbiamo fatti assaggiare a Garabombo lo scorso dicembre e ora li puoi prenotare: stiamo parlando dei vini etici e liberi di Valdibella. Sono vini biologici per principio che difendono la biodiversità di Camporeale – parte occidentale della Sicilia – dove vengono coltivati nel rispetto dell’ambiente da agricoltori che … Continua la lettura di vini Valdibella : prenota il tuo vino etico!

    • 15% di sconto sulla frutta secca ed essiccata

      Dal 27 agosto al 13 settembre se acquisti in bottega 3 confezioni di frutta secca o essiccata avrai il 15% di sconto. Acquistando sul nostro shop online invece avrai il 15% di sconto su tutti i prodotti appartenenti a questa categoria. Corri a fare scorta di benessere! Attenzione: il nostro shop online riapre il 1 … Continua la lettura di 15% di sconto sulla frutta secca ed essiccata

    • il momento giusto è adesso

      INVESTIAMO IN UN FUTURO SOLIDALE E SOSTENIBILE È questo il momento in cui il movimento del Commercio Equo e Solidale italiano deve far sentire la propria voce per poter (ri)costruire insieme un futuro più giusto. In questa fase di ripartenza, l’unica risposta possibile alla crisi sociale, sanitaria ed economica è un’economia equa, solidale e sostenibile.  … Continua la lettura di il momento giusto è adesso